Come arredare la casa in modo intelligente per il risparmio energetico

Arredare casa vuol dire utilizzare anche tecniche per risparmiare, non solo energia elettrica, ma anche  riscaldamento (quindi metano) e acqua. Con  alcuni accorgimenti si possono ridurre i consumi per la gioia propria e della natura.

Come risparmia energia elettrica

La prima bolletta che vogliamo ridurre drasticamente è quella dell’energia elettrica. Purtroppo i costi fissi non si possono eliminare e quelli, se leggete attentamente la bolletta, vi accorgerete che hanno un discreto peso. L’unico modo per aggirarli sarebbe quello di utilizzare pannelli fotovoltaici è di essere autonomi in tutto, ma il costo per un impianto simile, anche se in parte detraibile, è abbastanza elevato. Quindi rivolgiamoci a soluzioni più fattibili per tutti.

La prima cosa è quella di acquistare esclusivamente apparecchi elettrodomestici di classe A+++, che sono quelli che offrono il miglior rapporto consumi/prestazioni, inoltre ricordate che anche i semplici led di radio, stereo, TV, ecc, quando sono accesi in stand-by hanno un consumo che a fine anno ricopre il 13,5 % del valore totale dei consumi. Basta ricordarsi di spegnere completamento l’apparecchio: non è una gran fatica ma è un buon risparmio.

Secondo consiglio: le lampadine. Sapete che le vecchie lampadine, oltre a surriscaldare l’ambiente, creare maggiore inquinamento, consumano molto di più e durano di meno di una lampadina led? Come potete vedere su luceled, oltretutto, se ne trovano di tutti i modelli e, a differenza dei primi tempi, anche di tutti i colori. Non c’è più solo la luce fredda, ma anche quella neutra e quella calda. Sono soluzioni utili ad arredare qualsiasi ambiente, anche quelli più originali, grazie all’abbinamento con il cartongesso. Sono perfette anche per creare la postazione PC perché alla luce nitida si abbina la mancanza di surriscaldamento della stessa, mantenendo l’ambiente piacevole.

Gli elettrodomestici, a parte essere quelli con il maggior risparmio energetico, possono essere utilizzati risparmiando ancora più energia elettrica? Certo! Per esempio il frigorifero va posizionato nella parte più fresca della casa, possibilmente non vicino a forno, piano cottura o contro una parete che s’infuoca con il sole. Questo aiuterà il frigorifero a lavorare meno. Cercate di aprire il frigorifero il minor numero di volte possibile: se dovete preparare da mangiare, ad esempio, fate l’elenco di quello che serve e toglietelo in una sola volta dal frigo. Se utilizzate l’acqua minerale fresca, utilizzate una brocca termica. Mettete l’acqua fredda al mattino e potrete consumarla tutto il giorno senza dover sempre aprire le porte del frigorifero.

Altra divoratrice di energia elettrica? La lavatrice. Utilizzatela solo a pieno carico, a meno che non sia una lavatrice che prevede la funzione mezzo carico. Utilizzate i programmi a 40° che lavano egregiamente consumando molto meno dei 60°. Basta pre-trattare con sapone neutro le macchie più insistenti e avrete un bucato stupendo risparmiando acqua, energia elettrica, detersivo e anche i panni dureranno di più.

Il condizionatore, come il riscaldamento, non va tenuto a temperature assurde. Se fuori ci sono 32 gradi non ha senso portare il condizionatore a 18. Oltre a consumare moltissimo, diventa dannoso per il fisico che deve subire sbalzi di temperatura molto dannosi per il nostro fisico.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*