Come organizzare le spese di una ristrutturazione

La ristrutturazione di una casa è una cosa serie, ancora si più se ci si trova in una grande città come, ad esempio, Roma. Si tratta di un lavoro che richiede impiego di energie e finanze. Per aiutarvi ad organizzare le vostre finanze in modo da affrontare la ristrutturazione senza problemi, vogliamo darvi qualche indicazione.

Pianificare a tavolino tutte le esigenze

La prima cosa da fare è quella di sedersi attorno ad un tavolo, con tutti i componenti della famiglia, muniti di blocco e penna. Nel momento in cui si decide di effettuare lavori importanti, è bene tenere conto delle esigenze di tutti, onde evitare di trovarsi a fare un doppio lavoro o dover intervenire su una stanza appena sistemata.

Fate un elenco delle esigenze in ordine prioritario: sicuramente è più importante cambiare le tubature o mettere a norma l’impianto elettrico, piuttosto che fare un arco in cartongesso perché a nonna sembra tanto romantico. A questo punto avete l’elenco dei lavori da fare ma dovete anche valutare quali sono le finanze a vostra disposizione. Una volta appurati questi due punti incominciate a contattare un’impresa di ristrutturazioni edili Roma per farvi preparare una serie di preventivi. Per dare consigli più mirati alle esigenze del singolo, verrà effettuato un sopralluogo in modo da conoscere la reale situazione dell’immobile e potervi supportare nelle scelte. Una volta ottenuto il preventivo potrete valutare se le vostre finanze coprono tutte le spese, se dovete ricorrere a un finanziamento o se dovete ridurre i lavori alle sole cose essenziali.

Come affrontare le spese

Se avete solo una parte dei soldi della spesa che dovete affrontare e pensate di richiedere un finanziamento ricordate alcune regole:

  • Richiedete una cifra un po’ più alta di quella preventivata perché si incappa sempre in qualche contrattempo o in qualche spesa in più;
  • Per la ristrutturazione della casa principale è possibile chiedere lo smobilizzo di una quota della liquidazione;
  • Se non non si tratta di una cifra molto elevata è possibile fare la cessione del quinto presso una banca (meglio evitare le finanziarie che hanno tassi molto più elevati) o, se siete pensionati presso l’INPS.

Tenete conto anche che la ristrutturazione della casa rientra nei bonus previsti dal governo e con tutta la documentazione appropriata, è possibile usufruire dello sgravio fiscale del 50%, spalmato su dieci anni. Anche per l’adeguamento energetico è possibile richiedere la detrazione fiscale ma è bene ricordarsi che le cose non sono cumulabili, quindi se si chiede il bonus ristrutturazione non si può richiedere quello energetico, per la stessa cifra.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*