Come prepararsi per un trasloco all’estero

Organizzare il trasloco: trucchi e consigli

Traslocare, si sa, non è mai semplice, e chi ha già fatto almeno una volta questa esperienza sa quanto possa essere stressante. D’altra parte si tratta di un cambio radicale nella nostra vita, che porterà a nuove esperienze, e pertanto può essere affrontato nel modo giusto, con positività ed entusiasmo. Per raggiungere questo obiettivo dovremo prepararci al meglio. In questo articolo andremo ad elencare diversi suggerimenti utili per chi deve traslocare all’estero.

Liberarsi di quello che non ci serve

Probabilmente il momento del trasloco è l’unico in cui possiamo realizzare veramente quante cose inutili si tende ad accumulare nel corso del tempo. Pensiamo ai soprammobili che non usiamo più, agli attrezzi per fare ginnastica che sono ormai caduti nel dimenticatoio o a tutti quei mobili che non avranno posto nell’arredamento della nuova abitazione.

Le soluzioni che abbiamo d’avanti sono due: regaliamo o vendiamo. Tante persone possono essere alla ricerca proprio di quello che non ci serve più e che per noi comporterebbe solamente una maggiorazione sul costo del trasloco. Se ci organizziamo per tempo, possiamo anche selezionare tutti gli oggetti in buono stato di cui vogliamo disfarci e metterli in vetrina su un sito di oggetti usati. La parola d’ordine è, quindi: alleggerirsi!

Prepariamo gli attrezzi ed il materiale necessario

Per smontare i mobili avremo bisogno dell’attrezzatura necessaria: un avvitatore, delle chiavi inglesi o una pinza. Se non siamo pratici di questo lavoro, chiediamo aiuto a qualcuno che lo fa di mestiere o che se la cava con i lavori manuali. Prendiamo i cartoni necessari, ed assicuriamoci che siano in buono stato, soprattutto se sono stati già utilizzati.

Procuriamoci anche tutto ciò che ci serve per riempire gli spazi nei cartoni ed evitare che il suo contenuto si danneggi: pluri-ball, carta da imballaggio, cicche di polistirolo, polistirolo, gomma piuma, etc.

Cataloghiamo gli oggetti da spedire

Affrontiamo una stanza per volta. Posizioniamo i cartoni necessari per ogni stanza e scriviamo sul lato del cartone di quale si tratta. In questo modo ci sarà più semplice svuotarli in maniera ordinata una volta arrivati nella nuova casa.

L’importanza della tempistica

Traslocare non è un’operazione che può essere fatta in un solo giorno. Naturalmente il tempo necessario per farlo dipende dalla quantità di roba che dovremo spedire. Evitiamo però l’errore di iniziare con troppo tempo in anticipo. Trattandosi già di un periodo stressante, non ci aiuterà il fatto di avere scatole ed oggetti vari tra i piedi già da un mese prima della partenza. D’altra parte, non decidiamoci all’ultimo minuto, cosa che ci porterà a fare le cose di fretta, costringendoci a non sapere ancora se di un determinato oggetto dobbiamo disfarcene o meno.

Contattiamo una ditta di spedizioni

Ora possiamo contattare una ditta di spedizioni internazionali affidabile. Possiamo farlo attraverso un comparatore di spedizioni. In questi casi diventa necessario preparare dei pallet che possono essere spediti via aereo o via nave. Una spedizione via aereo può arrivare già nell’arco di 24/48 h in Europa, ma ha dei costi nettamente superiori.

 

LEAVE A REPLY

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *