Marc Marquez e il Motogp, “voglio un altro titolo”

Nella penultima ultima gara di Motogp in Germania, nel circuito Sachsenring, il primo posto è stato raggiunto da Fabio Quartararo, Yamaha.

Venticinque punti con un tempo di 0:41:12.816. Dietro Zarco e Miller con Ducati. Quartararo sarà al 22 posto, nt nella gara successiva, corsa nel circuito Assen per il GP di Olanda.

Negli antepost vincenti (visibili anche su www.betwinner.me), motogp, Quartararo è favorito sopra Espargaro e Bagnaia. Vediamo carriera e altri risultati di questo motogp.

Biografia e carriera di Marc Marquez

Marc Marquez Alentà nasce a Cervera, in Spagna, il 17 febbraio 1993. Di titoli ne ha vinti davvero tanti considerando solo il Motogp, anni dal 2013 e 2019, quasi consecutivi. Il fratello di Marc si chiama Alex è anche lui è pilota motociclistico professionista.

Ecco in numeri la sua carriera professionale.Esordio nel 2008, otto mondiali vinti, 226 le gare disputate e 85 quelle vinte, 138 i podi raggunti, più di 3000 punti ottenuti, 90 pole position, 75 giri veloci.

Marc Marquez inizia a correre all’età di sei anni con la minimoto e il motocross. Le prime gare e i primi campionati tra il 2004 e il 2007. Le gare in Moto2 iniziano nel 2011, correrà con il Teal Catalunya e una suter MMXI.

Nel 2012 otterrà vittorie in Qatar, Portogallo, Paesi Bassi, Germania, Indianapolis, Repubblica Ceca, San Marino e Giappone. Le gare di Moto GP inizieranno dal 2012, anno in cui viene ufficializzato il suo passaggio anche per la stagione successiva. Affiancherà Daniel Pedrosa nel team Repsol Honda.

Voglio ancora un titolo, dalle ultime interviste post vittoria in Germania

Gli ultimi tre anni di Marc Marquez non sono stati semplici, racconta Gazzetta.it che ricorda la frattura all’omero destro, problema che arriva ad una quarta operazione e un recupero difficilissimo. Ritirarsi, sì ci si pensa e si ha paura di doverlo fare, succede a tanti sportivi che vivono il trauma di un grave infortunio ma poi le cose vanno a finire in un’altra maniera, ovvero si continua, soprattutto per volontà.

Marquez lo racconta e lo mostra anche. Queste le sue frasi, “ci sono stati momenti in cui ho pensato di smettere, anche se non è mai stata una decisione definitiva. Diciamo che si è trattato di parentesi. Ci ho pensato nel 2021, quando ho avuto difficoltà a tornare in primavera, e anche quest’anno dopo quell’incidente a Mandalika che ha risvegliato il mio problema alla vista”. “Mi sono reso conto che – continua -se l’avessi fatto, non sarei mai stato considerato forte come prima. La motivazione è ancora lì. So che è difficile, ma vado avanti. Bisogna essere realisti su ciò che si può ottenere.” Ed infine, le parole che più esprimono grinta, coraggio e umanità: “la motivazione è questa: trovare soluzioni per lottare per il podio e la vittoria, cercando di vincere un altro titolo.”

LEAVE A REPLY

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.