Napoli: Spalletti a proposito di Kvaratskhelia

Il tecnico ha parlato del nuovo acquisto della squadra

Luciano Spalletti ha così descritto Khvicha Kvaratskhelia: forte, muscolare e con qualità nello stretto. Sarà il primo acquisto del Napoli di questa sessione estiva di calciomercato. Arrivato a Castel Volturno nelle scorse settimane, ci aveva già pensato Aurelio De Laurentiis ad annunciarlo, scherzando anche riguardo la pronuncia. Stavolta è stato l’allenatore stesso a parlare del giocatore georgiano, attraverso un’intervista registrata ieri dopo la vittoria sul Genoa con Radio Kiss Kiss, che sarebbe l’emittente ufficiale del club.

Se ti piacciono le scommesse sportive, visita il sito di https://www.powbet.info/

L’addio al capitano Lorenzo

Il tecnico ha proseguito la descrizione del giocatore affermando che è uno di quelli che sa trovare soluzioni, e che chiunque vorrebbe avere a disposizione per la genialità delle scelte. Ha anche corsa, rapidità, tecnica, capacità realizzativa e impatto muscolare. Praticamente è un calciatore del tutto forte. Avrà lui stesso l’importante responsabilità di non fare rimpiangere Lorenzo Insigne che ieri ha salutato i tifosi: a fine stagione, il capitano si trasferirà al Toronto Fc con cui si è già accordato da gennaio. La trattativa per l’esterno d’attacco della Dinamo Batumi è praticamente già conclusa: firmerà un contratto di circa 1,5 milioni di euro annuali, mentre si dovrà comprendere se alla società capolista in Georgia andrà corrisposta una cifra per liberarlo. Importo che, per qualsiasi caso, sarà sicuramente minore rispetto ai 15 milioni che il Napoli aveva accordato col Rubin Kazan il quale ha liberato il giocatore dopo il conflitto della guerra

Le dichiarazioni di Spalletti

Al Maradona stadio l’atmosfera è stata magica per salutare Lorenzo Insigne, come ha riconosciuto lo stesso tecnico Spalletti, anche se sul percorso del Napoli gravano i tanti passi falsi compiuti a Fuorigrotta; le sconfitte con Atalanta, Spezia, Empoli, Milan e Fiorentina riguardo il campionato, quelle con i viola e con il Barcellona, che sono costate le eliminazioni dalle coppe. Il tecnico ha svolto un osservazione affermando poi che il pubblico ha risposto in maniera eccezionale, e dovrebbe mantenersi così per la passione che ha questa città, per il calcio e anche per i giocatori. È stata una bella festa ma deve essere così tutta la stagione. A volte ci sta perdere, anche se cinque gare in casa sarebbero troppe. Può anche darsi che un certo livello rechi un po’ di difficoltà, magari non sono maturi riguardo queste cose e non va bene. Il giudizio riguardo la stagione generale è comunque ancora buono: il tecnico ha affermato poi che se si vuole sotterrare la bontà del campionato, questo lo fa arrabbiare. Dopo il k.o. di Empoli hanno svolto grandi prestazioni e dieci gol senza subirne alcuni. Ovviamente vorrebbero vincerle tutte, dopo tutti questi successi collezionati. Vuoi avviare un business online? Ecco se è meglio affidarti ad un freelance o ad una web agency.

LEAVE A REPLY

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.