Pompe Funebri a Bologna: Cosa c’è da sapere

Nessuno ne vorrebbe parlare, nessuno vorrebbe vivere l’esperienza, ma ognuno di noi ha purtroppo nel cuore il lutto per la perdita di una persona amata.
Parlare del tema della morte non è semplice e anche consigliare le onoranze funebri più indicate è un tema molto delicato; a Bologna, ad esempio, le agenzie di pompe funebri che rendono il servizio più adeguato, occupandosi della parte burocratica e non solo e offrendo i loro servizi 24 ore su 24 sono numerose.
Tramite portali di ricerca si può trovare un’ampia scelta di siti di agenzie funebri a Bologna e dintorni dove è possibile trovare i servizi che l’agenzia offre e, rivolgendosi direttamente a loro tramite il sito, richiedere immediatamente un preventivo. E’ possibile così confrontare i vari prezzi offerti dalle varie agenzie e fare la scelta economica più idonea alla situazione.
Non solo, tramite i motori di ricerca è possibile trovare l’elenco delle pratiche che dovranno sbrigare i familiari nel caso il decesso avvenga all’interno di abitazioni private, con i relativi recapiti da contattare.

Tutto ciò che riguarda il funerale di una persona cara però ha un costo molto elevato; tra la preparazione della salma, la bara, la camera ardente, la funzione e la sepoltura (per non dimenticarci i costi delle varie burocrazie da svolgere) molte persone non sono in grado di potersi permettere una spesa così elevata e dare, di conseguenza, dignitosamente l’ultimo saluto alle persone care.
Per questo motivo il Comune di Bologna investe sulle convenzioni con le pompe funebri Bologna della città e della provincia; non tutti però possono avvalersi di questo beneficio.
Rivolgendosi direttamente alle agenzie di pompe funebri convenzionate al funerale gratuito a Bologna, è il Comune stesso a prendersi carico delle spese relative alla preparazione della salma, al rito, alla sepoltura e alla stessa burocrazia.

 

  • Come funziona la Convenzione con le pompe funebri a Bologna?

 

Tramite il Comune o le strutture convenzionate si può già avere una prima panoramica di ciò che serve per ottenere il funerale gratuito da un punto di vista burocratico: basterà navigare sul sito del Comune o su quello delle agenzie funebri convenzionate per trovare tutte le informazioni che servono.
Dato che le prassi burocratiche richiedono tempo, il funerale e i vari servizi relativi alla sepoltura saranno dapprima anticipati dal Comune stesso alle onoranze funebri e svolti come da prassi, rispettando i tempi classici per lo svolgimento della funzione: successivamente sarà il Comune stesso a richiedere la verifica della situazione economica familiare.

 

  • Che tipo di documentazione serve per ottenere la convenzione e chi può ottenerla?

 

A tutti coloro che richiedono la convenzione per il servizio funebre gratuito al Comune verrà richiesto l’ISEE dell’intero nucleo familiare (e non di un singolo erede) del deceduto, che non dovrà superare il tetto massimo stabilito di 13000 , e ,nel caso si rientri nei canoni prefissati, successivamente dovrà essere presentata la dichiarazione dei redditi dell’intera famiglia, compresa di beni mobiliari e immobiliari.
Qualora, dopo il controllo effettuato sulle varie dichiarazioni presentate e secondo i canoni fiscali comunali, non si rientri nella fascia di reddito che permette di ricevere la convenzione per il funerale gratuito, sarà il comune stesso a denunciare la situazione; infatti coloro che dichiarano il falso per ottenere la convenzione andranno incontro a una denuncia penale per truffa allo Stato, truffa al Comune e falsa dichiarazione. Questo cosa comporta: dopo la denuncia, scatta l’obbligo della restituzione da parte della famiglia del defunto di tutte le spese già pagate dal Comune al Comune stesso per lo svolgimento del funerale, le spese di istruttoria e le varie moratorie: per farla breve, chi dichiara il falso sarà quindi soggetto a un risarcimento elevato oltre che a una condanna penale.
Tutto questo, non solo per evitare imbrogli, ma per proteggere le persone davvero in difficoltà e permettere loro di poter dare una dignitosa sepoltura a chi non c’è più.

Per maggiori informazioni potrete rivolgervi:
-al sito della convenzione di onoranze funebri dove troverete maggiori informazioni
-allo sportello del Comune di Bologna presso lo sportello “Decessi”o quello “Civile”

LEAVE A REPLY

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.